Cosa fare a Levico Terme: mete, attività ed eventi imperdibili

Cosa fare a Levico Terme? Impossibile stilare un elenco completo delle tante cose da vedere e fare a Levico Terme e più in generale nella nostra amata Valsugana. Questa guida, che non ha pretese di esaustività, si propone come strumento utile per scoprire quanto c'è di meglio, tutto ciò che non dovete assolutamente lasciarvi scappare.

Levico Terme, famosa in particolare per le Terme di Levico e il lago balneabile, si trova in Valsugana, una valle del Trentino sud-orientale dominata a nord dalla catena del Lagorai: il luogo ideale per trascorrere vacanze in montagna all’insegna del benessere, lontano dai circuiti più affollati delle Dolomiti.

Ovviamente le attività sportive all’aria aperta, d'estate e d'inverno, sono il principale richiamo turistico, ma non mancano borghi e città ricchi di storia e arte, castelli e musei tra i più svariati, eventi e sagre enogastronomiche.

Qui di seguito vi proponiamo degli approfondimenti sulle tre principali cose da fare a Levico Terme - il lago, i mercatini di Natale e le Terme di Levico - e diversi focus sulle varie attività sportive e culturali. Non ci resta che augurarvi buon divertimento e ricordarvi che vi aspettiamo al Liberty Hotel Levico Terme

cosa fare a Levico Terme: il lago
cosa fare a Levico Terme: visitare i mercatini di Natale
cosa fare a Levico Terme: Terme di Levico
cosa fare a Levico Terme: il borgo
cosa fare a Levico Terme: trekking
cosa fare a Levico Terme: bici
cosa fare a Levico Terme: sport invernali
cosa fare a Levico Terme: eventi
cosa fare a Levico Terme: Arte Sella
cosa fare a Levico Terme: castelli, città e musei

 

Cosa fare a Levico Terme: visitare il borgo

Levico Terme è un borgo immerso nel verde della Valsugana che si trova a circa 20 chilometri da Trento. Noto fin da tempi antichi per le sue acque termali, ha un grazioso centro storico pedonale con l'imponente chiesa del Santissimo Redentore e un bellissimo parco, il Parco Asburgico, il più grande parco storico della Provincia di Autonoma Trento che ospita una dimora estiva risalente agli inizi del ‘900 e che d’inverno ospita i famosi Mercatini di Natale di Levico.

In estate le vie del paese si animano ogni giorno di attività gratuite organizzate dall’Azienda di Promozione Turistica. Il calendario degli eventi è fitto e vario per accontentare tutti i gusti, con serate musicali a tema, culturali e di divertimento lungo le strade del centro storico, e negozi aperti per completare le vacanze alle terme all’insegna di relax e benessere.

Con una semplice passeggiata di circa 20 minuti è possibile raggiungere la Chiesetta di San Biagio da cui si gode una bella vista.

Il Liberty Hotel Levico Terme dista 150 metri dal centro storico pedonale.

Levico Terme
Levico Terme, parco asburgico
cosa fare a Levico Terme: visitare il parco asburgico

Cosa fare a Levico Terme: trekking e trail running

Sono innumerevoli i percorsi di trekking in Valsugana, ecco qualche consiglio tra quelli in prossimità di Levico Terme:

PASSEGGIATA LEVICO-VETRIOLO: da Levico lungo la panoramica strada provinciale 11 della Valsugana, si raggiunge la località Compet, e quindi Vetriolo (13km da Levico Terme). In alternativa, poco sopra l’abitato di Levico Terme in località Guizza si diparte sulla destra la Strada dei Baiti, che fra splendidi prati e fitti boschi conduce a Vetriolo.

PASSEGGIATA LEVICO-COLLE DELLE BENNE (3h): da viale Roma si arriva, sulla sinistra, in via S. Biagio; verso destra si percorre la stradina sterrata che porta al Colle delle Benne (m. 653), dove sorgono i ruderi del Forte omonimo, costruito dagli Austriaci nel 1890. Proseguendo sulla destra si supera il Maso Lazzaretti e si scende nel bosco fino alla strada provinciale e raggiungendo la località Visintainer da dove, scendendo, si raggiunge il Lago. Costeggiando la sponda del Lago, si attraversa la suggestiva e pianeggiante Strada dei Pescatori fino alla Taverna. Ritorno per Viale Belvedere.

ESCURSIONE AL RIFUGIO SETTE SELLE (2h): da Palù del Fersina, in Val dei Mocheni, si imbocca il sentiero della SAT numero 343 con l’indicazione Sette Selle. Seguendo il percorso si raggiunge il rifugio percorrendo una delle zone più belle del Lagorai sud occidentale attraverso la Val dei Mocheni, valle completamente circondata da montagne e prati.

ESCURSIONE AL LAGO DI ERDEMOLO (2,5h): da Palù del Fersina si imbocca il sentiero SAT 325 con l’indicazione Lago di Erdemolo. Seguendo il sentiero si arriva fino ad un rifugio sulle rive del lago alpino di origine glaciale, infatti il piccolo ghiacciaio sulle sue sponde è presente durante tutto l’anno. Il clima qui è davvero imprevedibile, nel giro di pochi minuti si può assistere ad una bufera di neve o acqua e ritrovare il sole splendente.

ESCURSIONE IN CALDENAVE - SCURELLE (difficoltà E: Sentiero Escursionistico - 7km - 2,30h): percorso che i malghesi percorrevano per portare il bestiame nei pascoli in quota, è un percorso facile da percorrere e scenografico percorribile da maggio a ottobre; è un percorso che parte dal parcheggio della località Tedon (Val Campelle), si risale la strada asfaltata per poi seguire la segnaletica per il rifugio "Claudio e Renzo - Caldenave" sulla destra, dopo un tratto di strada sterrata raggiungerete il Ponte di Campielo, si sale ancora costeggiando il Rio Caldenave fino al ponte di Caldenave da dove è ben visibile il rifugio da cui passano tra l'altro l'Alta Via del Granito, la Lagorai Panorama e l'Alta via del Centenario. Cliccate qui per mappa e profilo altimetrico.

cosa fare a Levico Terme: trekking in Valsugana
CALDENAVE - SCURELLE (CC BY-NC) Visit Valsugana

Un’altra attività interessante da svolgere in Valsugana è il Trail Running (o corsa in montagna). Si tratta di correre lungo sentieri perlopiù non asfaltati immersi nella natura tra boschi, sali scendi e scorci meravigliosi. Diversi suggerimenti per percorsi adatti al trail running in Trentino sono rintracciabili qui. Tra i più interessanti segnaliamo:

DOLOMITI DI BRENTA TRAIL: un evento che si terrà il 12 settembre 2015 e che consisterà nel percorrere un itinerario circolare che partirà (e arriverà) al Lago di Molveno lungo sentieri che attraversano le Dolomiti del Brenta. Alla fine ci sarà un piccolo rinfresco organizzato da gestori di rifugi. Il trail sarà autogestito perciò ognuno sarà responsabile della propria sorte.

A SUD DEL LAGORAI: si tratta di un trail lungo con partenza e arrivo agli impianti sciistici della Panarotta lungo 27 km (difficoltà EE) con un dislivello di 1240 m. Si dipana nella parte più a sud del Lagorai, a pochi chilometri da Levico Terme e si passa anche sul lato sud del Fravort, il monte dove hanno origine le preziose acque delle Terme di Levico.

LAGHI DI LAMAR: un po’ più distante il trail con partenza e arrivo a Vela lungo 21 km (difficoltà E) con un dislivello di 1300 m che percorre il primo tratto del sentiero n. 627. Il primo tratto che porta ai magnifici laghi di Lamar si svolge lungo ex strade militari disseminate di resti di postazioni.

Gli amanti del Nordic Walking potranno invece cimentarsi lungo innumerevoli percorsi: dalla pista ciclabile che costeggia il fiume Brenta, ai sentieri che costeggiano il lago, dai vicoli del centro storico di Levico Terme, ai profumati boschi della Panarotta e di Vetriolo.

Il Nordic Walking riprende le tecniche di movimento con i bastoncini dello sci nordico ed è un ottimo esercizio per mantenere in forma la muscolatura in modo completo. È una disciplina di sport dolce da praticare all’aria aperta del Trentino, in grado di tonificare la muscolatura e salvaguardare la corretta postura del nostro corpo senza affaticare le articolazioni. Può essere praticata da chiunque e a qualunque età ed è un ottimo allenamento per gli sciatori di fondo.

La magia dell’autunno. Stessi posti, ma luci e colori sempre diversi. Buon pomeriggio! #stayliberty

Pubblicato da Hotel & Restaurant Liberty - Levico Terme su Lunedì 22 ottobre 2018

 

Cosa fare a Levico Terme: le ciclabili

Sono molte le possibilità per esplorare i dintorni di Levico Terme in bici grazie ai numerosi sentieri di tutti i livelli, dai più facili ai più impegnativi.

La ciclabile della Valsugana (più propriamente pista ciclabile del Brenta) è un percorso semplice che si snoda lungo tutta la Valsugana per 82,8 chilometri. Collegando il lago di Caldonazzo a Bassano del Grappa e costeggiando il fiume Brenta, che nasce proprio dal lago di Levico, avrete l’occasione di vivere un’esperienza sportiva adatta a tutta la famiglia, lungo la quale si intrecciano cultura, storia e paesaggi naturali unici a cavallo tra Trentino e Veneto. Volendo è possibile ritornare coi mezzi pubblici, treni attrezzati per trasporto bici.

Altro percorso imperdibile per gli appassionati della bici, è la Via Claudia Augusta, un’antica strada romana che passa proprio nei pressi di Levico Terme. Si tratta di una strada che nel suo complesso è lunga oltre 500 chilometri e inizia in Germania, a Donauwörth, prosegue in Austria ed entra in Italia dal Passo di Resia passando per lo scenografico lago di Resia col campanile immerso. Scende poi verso Malles e Sluderno fino a Lagundo, vicino a Merano, sorta di capitale della Via Claudia Augusta. E poi via fino a Bolzano e costeggiando l’Adige fino a Trento. Qui la strada si biforca. Un tratto conduce a Verona, l’altro si dipana lungo la Valsugana per poi puntare a Treviso e terminare ad Altino.

Per i ciclisti di ogni livello, da amatoriale ad esperto, è possibile affrontare percorsi per mettersi alla prova lungo le montagne che sovrastano Levico, godendo di un panorama sull’intera Valsugana davvero incredibile. Su questo sito trovate una raccolta di percorsi tra cui sbizzarrirsi.

Al Liberty Hotel Levico Terme avrete sconti sul noleggio bici presso un negozio convenzionato.

Trentino in bici

 

Cosa fare a Levico terme: sciare in Valsugana

A soli 15 minuti in macchina dal Liberty Hotel Levico Terme si trova la Ski Area Panarotta, che offre 18 chilometri di piste adatte a grandi e piccini, con neve garantita. I genitori potranno sciare in piena tranquillità e godersi la natura mentre i bambini si divertiranno con i maestri della scuola di sci. Sono a disposizione anche un tapis-roulant e baby park presso la Scuola di Sci.

Sul Passo del Brocon, gli sportivi amanti dell’avventura potranno godere delle piste delle Funivie Lagorai. Una rinnovata stazione sciistica che offre tracciati per tutti i livelli, serviti da moderni impianti con due piste illuminate per sciare anche in notturna. Un nuovo snowpark attrezzato con tapis–roulant, salti e kickers per gli appassionati dello snowboard. Anche sulle piste delle Funivie Lagorai lo staff della Scuola Sci Lagorai è a disposizione per chi voglia imparare a sciare.

Inoltre, da ottobre a marzo è possibile praticare sci da fondo lungo l’anello del Passo Brocon, attraverso i boschi della Valle di Sella o negli spazi sconfinati dell’Altopiano di Vezzena.

Per gli amanati dello sci alpinismo e delle escursioni con ciaspole, la Valsugana offre innumerevoli possibilità, anche al chiaro di luna. Una giornata sul Lagorai vi farà scoprire un mondo dove non è ancora giunto il turismo di massa e dove regnano sovrani quiete, bellezze naturali e ambiente incontaminato. La catena del Lagorai-Cima d’Asta, che si snoda per circa 50 km, è contraddistinta da una natura selvaggia e ricchissima di laghi di origine glaciale e di torrenti.

Ma inverno non significa soltanto sci, infatti rimanendo ad altitudini più basse, sarà possibile fare facili e brevi passeggiate lungo i laghi che d’inverno sono bellissimi e suggestivi, rivelano scorci inediti e, a chi sa osservare, innumerevoli forme di vita nascosta. Quando la vita pare assopita dai rigori del gelo, i laghi offrono rifugio e ristoro per molti uccelli acquatici.

Cosa fare a Levico Terme: ciaspole Panarotta
Cosa fare a Levico Terme: funivie Lagorai
Cosa fare a Levico Terme: sciare in Valsugana
Cosa fare a Levico Terme d'inverno

 

Cosa fare a Levico terme: i principali eventi

ORTINPARCO [fine aprile, Levico]: il festival degli orti e dei giardini.

FESTIVAL DEL CINEMA DI MONTAGNA [fine aprile/inizio maggio, Trento]: più noto come Trento Film Festival: i migliori documentari, film di fiction e cortometraggi che hanno per scenario montagne e regioni estreme del mondo. Scopri di più sull'evento.

FESTA DEI MELI IN FIORE [fine aprile, Caldonazzo]: esposizione e vendita di piante e fiori, artigianato, prodotti biologici e tipici regionali.

FESTIVAL DELL'ECONOMIA [tra maggio e giugno, Trento]: dibattiti, incontri e lezioni per chi ama l'economia e desidera conoscere e capire le trasformazioni del nostro tempo. Scopri di più sull'evento che nel 2020 è previsto per settembre.

FESTE VIGILIANE [fine giugno, Trento]: feste patronali con un calendario di spettacoli e manifestazioni tradizionali in costume.

LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL [inizio luglio, Trento]: prestigiosa gran fondo trentina, unica tappa italiana dell'UCI Gran Fondo World Series che dà l'opportunità di qualificarsi alla Finale del Campionato del Mondo Cicloamatori e Master UCI – UWCT.

LATTE IN FESTA [inizio luglio, Levico]: sull'altopiano di Vezzena viene allestito un percorso per conoscere e degustare i prodotti lattiginosi tipici del nostro territorio: un viaggio nelle nostre montagne, nella vita di malga, nella tradizione contadina. Il grande protagonista? Il formaggio Vezzena, uno dei formaggi più antichi della tradizione trentina.

I SUONI DELLE DOLOMITI [luglio/agosto, Trentino]: imperdibile rassegna musicale che per due mesi occupa il cuore dei trentini e dei turisti, musicisti di fama internazionale si esibiscono in location selvagge e spettacolari. Scopri i dettagli dell'evento.

DOLOMITI SUPER FLY [fine agosto/inizio settembre, Levico]: una combinazione di trekking e volo in parapendio in cui l’atleta in sette giorni dovrà attraversare in volo o a piedi i turnpoint prestabiliti. Scopri i dettagli dell'evento.

TROFEO CANOAGIOVANI E MEETING DELLE REGIONI [inizio settembre, Caldonazzo]: finali nazionali del settore giovanile della canoa, il Trofeo Canoagiovani, e il Meeting delle Regioni, una qualificata rassegna delle rappresentative regionali di tutta Italia. Scopri di più sull'evento.

FESTIVAL DELL'UVA [inizio settembre, Levico]: cantine in piazza per un viaggio nel cuore dei vini trentini.

30 TRENTINA [fine settembre, Levico]: gara internazionale di 30 km di corsa su strada. Scopri di più sull'evento.

FESTIVAL DELLO SPORT [inizio ottobre, Trento]: quattro giorni dedicati ai fenomeni dello sport, con eventi, ospiti e iniziative che spaziano a 360° tra le varie discipline sportive. Scopri di più sull'evento..

MERCATINI DI NATALE [da metà novembre all'Epifania]: a Trento e Levico ogni fine settimana si tengono i magici mercatini di Natale. Scopri la nostra offerta.

Cosa fare a Levico Terme, eventi parapendio

 

Cosa vedere a Levico Terme: Arte Sella - Land Art in Trentino

Arte Sella è una manifestazione internazionale di arte contemporanea che risale al 1986 e sarà una delle più interessanti esperienze artistiche delle tue vacanze in Trentino.

Le opere si concentrano lungo una strada forestale sul versante sud del monte Armentera. Gli artisti realizzano con gli elementi della natura – pietre, foglie, rami e tronchi – opere il cui valore sta nell’integrazione con l’ambiente circostante che in molti casi contribuisce al valore artistico. Le opere infatti si trasformano assumendo accezioni diverse in base alle stagioni. D’inverno la neve che le ricopre, in primavera ed estate le foglie che germogliano. Il rispetto della natura è alla base dei principi che stanno dietro a questa manifestazione, dove l’ispirazione e lo stimolo arriva proprio dall’ambiente. Per via di queste continue trasformazioni, l’artista segue l’opera giorno per giorno nel suo crescere e cambiare ed ecco che il processo creativo acquista grande importanza.

Tra le opere più significative troviamo la Cattedrale Vegetale ideata dall’artista lombardo Giuliano Mauri nel 2001. Si trova nei pressi di Malga Costa e riproduce per dimensioni e architettura una vera cattedrale gotica composta da tre navate e ottanta colonne, ma interamente realizzata con rami intrecciati. Al momento della creazione raggiungeva un’altezza di dodici metri, ma essendo viva cresce di circa 50 cm all’anno. Dalle parole di Giuliano Mauri:

“All’interno di questi artifici che io sto costruendo ci saranno delle piante di carpino. Costruisco artifici per accompagnare le piante nei vent’anni che servono loro per diventare adulte. Dopo questo tempo le strutture sono destinate a marcire, a diventare terra. […] Tra vent’anni la gente si accorgerà che c’è stata la creazione della natura che ha dialogato con l’uomo. Che è poi quello che l’uomo ha sempre fatto. La dimenticanza è solo la nostra di non sapere, di non riconoscere più.”

Due i percorsi:

  • il più lungo, ArteNatura, è lungo 3 km e ci vogliono circa due ore a piedi per percorrerlo. Aperto tutto l’anno, parte dal ponte della Strobela, sul torrente Moggio, e passando per boschi e ampi prati termina a Malga Costa, dove si trova la maggior parte delle opere;
  • il secondo si concentra nella sola area di Malga Costa, un edificio rurale che anticamente veniva usato dai pastori. Il percorso è di circa 1 km e per visitarlo ci si impiega circa 45 minuti poiché ospita il maggior numero di opere. Le aperture sono quelle della Malga.

Il Liberty Hotel Levico Terme è partner di Arte Sella, per soggiorni superiori alle 5 notti l'ingresso è gratuto.

Cosa fare a Levico Terme: Arte Sella
Arte Sella, Cattedrale
Arte Sella, land art in Trentino
Arte Sella, Trentino

 

Cosa fare a Levico Terme: castelli, città e musei del Trentino

Levico Terme è contornata da testimonianze artistiche e culturali che renderanno indimenticabili le vostre vacanze in Trentino. Si trova infatti in posizione strategica per andare alla scoperta delle origini del nostro territorio.

Circondato da borghi e resti di fortificazioni Austro-Ungariche come il Forte Col de le Bene sul colle di San Biagio e i forti Verle e Vezzena sull’altopiano di Vezzena, l’Hotel Liberty si trova vicino a due splendidi castelli del Trentino: Castel Pergine (a 8 km) e Castel Ivano (a 22 km); e in posizione centrale rispetto alle più famose città d’arte del Triveneto come Bolzano, Merano, Venezia, Verona e Padova.

Ad appena 20 chilometri sorge la città di Trento che con il suo Castello del Buonconsiglio, il Duomo, la fontana del Tridente e i suoi deliziosi vicoli, è una tappa imprescindibile nelle vacanze in Trentino. Qui potrai visitare il MUSE, il nuovo Museo della Scienza e della Tecnica, che con i suoi 19 mila metri quadrati aiuterà grandi e piccini a capire come la scienza e la tecnologia, in una prospettiva di sostenibilità, possano contribuire alla salvaguardia del pianeta. Un viaggio nella natura, tra divertimento e apprendimento, con una sezione che racconta l’evoluzione della vita a partire da 250 fino a 65 milioni di anni fa. Anche l’edificio che ospita il MUSE è degno di nota: fa infatti parte di un progetto architettonico di riqualificazione di un’area industriale dismessa, affidato alle cure di Renzo Piano.

Sempre a proposito di cultura, nella graziosa città di Rovereto ti aspetta il MART, il Museo di Arte Moderna e Contemporanea, un’istituzione trentina fondata nel 1987 e rinnovata nel 2002 con il contributo dell’architetto Mario Botta e dell’ingegnere Giulio Andreolli.

Vi aspettiamo al Liberty Hotel Levico Terme per condurvi alla scoperta di queste meraviglie di cui siano orgogliosi custodi 🙂

Cosa fare a Levico: visita a Castel Pergine
Cosa fare a Levico Terme: visita al Mart di Rovereto
Cosa fare a Levico Terme: visita di Trento